Tende a caduta: cosa sono e come funzionano

di | Agosto 18, 2020

Le tende a caduta sono la scelta ideale per i terrazzi e per i balconi, capaci di creare un’eccellente zona d’ombra ma anche una buona privacy. Andiamo insieme a scoprire cosa sono, come funzionano e le caratteristiche che è bene prendere in considerazione al momento della scelta.

Tende a caduta, cosa sono e come funzionano

Come dice il nome stesso sono tende che cadono verso il basso, creando così una zona d’ombra sul terrazzo in ogni momento della giornata e permettendo anche di ottenere un’eccellente privacy. Sì, perché quando la tenda è aperta, nessuno può vedere che cosa accade sul terrazzo. Come è facile capire, questa è una caratteristica di grande importanza quando si vive in un condominio e più in generale quando attorno alla propria abitazione vi sono molte case.

Importante ricordare che nella maggior parte dei casi le tende a caduta sono in possesso di due diverse posizioni. La tende può quindi scendere parallela rispetto al pavimento, ma può anche stare in una posizione leggermente sollevata verso l’alto, trasversale. Grazie alla presenza di questa seconda posizione, si ha modo di ottenere una buona circolazione dell’aria, dettaglio questo importante in piena estate, quando le temperature si fanno elevata e l’afa può diventare insopportabile.

Tende a caduta le caratteristiche da considerare al momento della scelta

Al momento di scegliere la tenda a caduta per il terrazzo o per il balcone di casa, ci sono alcune caratteristiche che è bene prendere in considerazione:

  • Dimensioni del cassonetto. Se il cassonetto è di grandi dimensioni, occupa spazio eccessivo sul balcone. Meglio andare alla ricerca di soluzioni con cassonetto invece dal design slim, compatto, in modo da ottimizzare al meglio lo spazio disponibile.
  • Dimensioni della tenda. È importante che siano disponibili molte diverse dimensioni, così da poter scegliere quella più adatta per il proprio terrazzo, oppure che le tende sia personalizzabili nelle misure.
  • Colori. È importante che siano disponibili anche molte colorazioni e fantasie, così da scegliere quella più adatta per il proprio stile e gusto personale. Attenzione, è possibile che in caso di condominio vi siano delle regole ben precise da seguire per la scelta del colore delle tende.
  • Struttura resistente. La struttura della tenda deve essere realizzata in un materiale robusto e resistente che non teme gli agenti atmosferici come l’alluminio ad esempio.
  • Tessuto di copertura resistente e facile da pulire. Meglio evitare le fibre naturali che, se non sottoposte ad una manutenzione intensa, possono con il passare del tempo rovinarsi a contatto con gli agenti atmosferici. Meglio optare per PVC, tessuti tecnici, materiali acrilici e simili. Sono tessuti che non temono gli agenti atmosferici, impermeabili, resistenti, che non hanno bisogno di chissà che genere di manutenzione. Non solo, si puliscono anche con estrema semplicità.

Alcuni extra che possono fare la differenza

Oltre alle caratteristiche di cui abbiamo sopra parlato, è importante ricordare che le tende a caduta possono essere anche in possesso di appositi sistemi anti vento, di solito magnetici. In caso di venti sostenuti, questi sistemi fanno sì che la tenda risulti comunque stabile e resistente.

Sono poi disponibili oggi in commercio tende a caduta in possesso di motorizzazione automatica. Aprire e chiudere la tenda diventa facile come accendere la televisione, un solo pulsante e via. Addirittura alcune versioni motorizzate sono in possesso di appositi sensori che chiudono la tenda in automatico in caso di maltempo oppure di vento particolarmente forte.