Che cos’è un servizio di web hosting: ecco come funziona!

di | Febbraio 25, 2022

Che cos’è un servizio di web hosting?

Oggigiorno, un servizio di web hosting è considerato una delle tecnologie basilari del mondo del web, visto che senza la sua presenza non esisterebbero i siti internet. Inizialmente, venivano impiegati dei server per permettere il corretto funzionamento di un sito web. Invece, allo stato attuale delle cose, è sempre più frequente il ricorso a soluzioni alternative, in grado di assicurare il miglior equilibrio possibile a livello di rapporto qualità-prezzo. Ragion per cui, è abitudine piuttosto diffusa trai i webmaster puntare fortemente su un servizio di web hosting. L’importante, però, è saper scegliere il miglior provider possibile e il prodotto adatto alle proprie esigenze. Tirando le somme, un servizio di web hosting è un elemento essenziale di internet, in quanto è la fornitura di spazio sul web, essenziale per garantire la pubblicazione dei siti.

I siti web sono come documenti di testo

Sotto certi aspetti, non è azzardato paragonare i siti internet a documenti testuali. Per poter effettuare l’accesso a questi ultimi, si rivela decisivo procedere al loro salvataggio sull’hard disk. Per i siti internet, la logica di funzionamento è grosso modo la stessa, dato che per poter visualizzarne i loro contenuti e in ogni momento, occorre poterli archiviare su un server collegato a internet h24 e 7 giorni su 7. Così facendo, la consultazione dei siti internet sarò possibile da qualsiasi angolo del web. A fornire i suddetti server sono principalmente imprese blasonate nel campo del web hosting.

Quali sono i parametri chiave da tenere in considerazione in fase di scelta di un servizio di web hosting?

Partendo dall’idea di fondo che ogni utente ha specifiche necessità e che per questo motivo esistono una miriade di piani personalizzati, ecco una lista completa di parametri cruciali da valutare con attenzione nel momento in cui si sceglie un servizio di web hosting:

  1. velocità di caricamento del sito internet;
  2. rapidità dei tempi di risposta del server in base al contesto geografico;
  3. uptime (più è vicino al 100%, tanto meglio);
  4. assistenza clienti efficace, disponibile nella madrelingua dell’utente e con vari sistemi di comunicazione (telefono, e-mail, chat). Se poi il supporto clienti è reperibile h24, ancora meglio, visto che non ci sono orari per quanto riguarda eventuali malfunzionamenti del sito internet o del portale di e-commerce;
  5. backup quotidiani disponibili a titolo gratuito;
  6. update automatici;
  7. software ottimizzato;
  8. elevato numero di data center su scala mondiale;
  9. facilità di migrazione del sito web;
  10. personalizzazione per WordPress: pacchetti ideati ad hoc per i CMS più famosi sono sempre più diffusi. Un servizio di hosting per WordPress (https://www.aziendeitalia.com/hosting-wordpress/) deve fornire un pannello di controllo semplice e intuitivo. Trattandosi della porta di accesso all’account personale sull’hosting, il suo scopo principale deve essere quello di agevolare la configurazione del server in maniera rapida, evitando le difficoltà che si riscontrano coi linguaggi di programmazione e con i codici sorgenti.
  11. rilevamento malware;
  12. volume di traffico illimitato;
  13. elevato numero di caselle di posta elettronica particolarmente capienti in termini di GB;
  14. certificato SSL DV;
  15. prezzo iniziale favorevole e rinnovi convenienti.
  16. Per chi è fondamentale un servizio di web hosting?

Tutti coloro che intendono pubblicare un sito internet, indipendentemente dalla tipologia (che si tratti di un portale generalista, di un negozio online, di un giornale, di un sito web aziendale, di un blog) devono comunque poter contare su una qualsiasi forma di servizio di web hosting. Quest’ultimo è parte integrante della tecnologia basilare del web, soprattutto in riferimento alla pubblicazione di contenuti online.

Se le aziende prediligono optare per progetti privati, di natura professionale, visto che possono permettersi il lusso di investire su un server mediante cui mettere online il proprio sito internet, per gli utenti privati, invece, i costi di un server proprio potrebbero apparire piuttosto alti. Ecco perché preferiscono ricorrere a un provider. Tocca, infatti, a quest’ultimo mettere in affitto uno spazio web. Tuttavia, sempre più imprese finiscono per fare affidamento su un fornitore esterno nel momento in cui si deve scegliere un servizio di web hosting.

Come funziona un servizio di web hosting?

Lo scopo primario di ogni servizio di web hosting consiste nel permettere agli utenti di visualizzare il contenuto di un sito internet, dopo aver digitato all’interno del browser il nome di dominio; quest’ultimo va, però, registrato e poi caricato sul server del provider di hosting.

Il DNS (Domain Name System) è deputato a connettere al server il nome del dominio. La memorizzazione del dominio, corrispondente a quello specifico indirizzo IP, viene memorizzato proprio grazie ai name server. Immettendo l’URL nel browser, si verifica la conversione del nome di dominio in indirizzo IP. Solo così, il sito internet cercato, verrà visualizzato.

In molti, tra privati e imprese, finiscono per optare per i provider di web hosting, visto che i danni relativi all’hardware sono sempre in agguato. Facendo questa scelta, la disponibilità di più server per un solo dominio consentirà di aggirare ogni sorta di rischio. Per poter contare su performance ancora migliori, l’impiego di una CDN (Content Delivery Network) risulta praticamente imprescindibile.

I contenuti vengono infatti duplicati e distribuiti su scala mondiale su più data center. Di fatto, anche se chi naviga sul sito web è a una certa distanza dal provider di web hosting, può contare ugualmente su tempi rapidi in termini di caricamento.