Umidità in casa: come proteggere le vostre pareti

di | Dicembre 5, 2019

Quante volte vi sarà capitato di trovare piccole macchie e rigonfiamenti di umidità sulle vostre mura casalinghe, e quanto sarete stati in pena nell’attesa che un esperto ve ne svelasse la causa!

Un problema piuttosto frequente quello dell’umidità delle pareti casalinghe e che riguarda prima di tutto chi abita in prossimità del mare o in campagna. È molto facile da individuare l’umidità nelle pareti, si formano infatti rigonfiamenti del muro, macchie e scrostamenti dell’intonaco.

Certamente, trovandovi di fronte a questo tipo di problema, avrete sperato che sistemare tutto non implicasse una grossa spesa.

Ormai quando si parla di rimettere a nuovo o svolgere qualche lavoro di muratura non è certamente obbligatorio chiamare un’impresa spendendo molti soldi, ma si può tranquillamente fare da sé, risparmiando tempo, denaro e senza troppa fatica.

Lavori fai-da-te sì o no?

Solitamente si contattano imprese di ristrutturazione oppure operai specializzati per ottenere un risultato veloce e senza difetti.

Inoltre si ha una maggiore sicurezza sulla qualità dei materiali impiegati.

Purtroppo tutto questo corrisponde, molto spesso, a spese ingenti.

Quindi, prima di decidere di sostenere tali costi, considerate che con buona volontà e forse qualche giorno di lavoro in più, potrete ottenere un risultato molto buono eseguendo tutti i lavori di vostra mano.

Le cause dell’umidità

Le cause della formazione di umidità in casa possono essere diverse e, prima di acquistare il materiale ed eseguire un lavoro di rinnovo, bisognerà capire esattamente quale sia la causa dell’umidità delle vostre mura ed agire di conseguenza.

A causare macchie sul muro ed intonaci scrostati potrebbe essere l’umidità da risalita d’acqua dal terreno verso l’alto oppure  l’umidità dovuta alla condensa.

Quest’ultimo tipo di umidità si riscontra soprattutto in corrispondenza dei cosiddetti ponti termici strutturali e si forma nelle zone più fredde della casa. L’umidità viene portata dal vapore acqueo che si forma all’interno di una parete e solitamente causa il rigonfiamento delle mura.

Per quanto riguarda invece l’umidità da risalita, la si ritrova frequentemente nei piani bassi, che stanno direttamente a contatto con il terreno, ed è il terreno stesso sul quale è stata costruita la struttura a causarne la formazione.

Se un edificio viene infatti costruito su terreni ricchi di falde acquifere è molto probabile che le mura presenteranno tracce di umidità da risalita. invece, è causata dal terreno in cui è stata costruita l’abitazione.

Alcune soluzioni al problema dell’umidità

Ma veniamo alle soluzioni possibili ed economicamente sostenibili per rinnovare pareti rovinate dall’umidità.

Primo passo: servendovi di un raschietto eliminate lo strato di intonaco più superficiale e rovinato dall’umidità.

Dopo questa operazione di raschiamento vi dovrete assicurare che la parte raschiata risulti liscia e senza residui.

In seguito dovrete provvedere a lavare la parete con una spugnetta oppure straccio bagnato e pulito, il tutto per eliminare ogni residuo di polvere.

Con una piccola aggiunta di candeggina all’acqua, diminuirà la possibilità di formazione di nuova muffa. Questo è il momento in cui si potrà scegliere il nuovo intonaco da stendere sulla parete dopo aver subito le operazioni preparatorie.

I migliori prodotti anti-muffa saranno utili solo se prima avrete intonacato nuovamente con il prodotto più indicato.

A questo proposito la miglior soluzione è munirsi di un intonaco deumidificante che, grazie alla creazione di uno strato protettivo ed isolante, favorisce l’equilibrio della temperatura ed impedisce la formazione di muffa e condensa.

Una seconda opzione è costituita dall’uso di prodotti idrorepellenti e traspiranti, attraverso i quali il vapore acqueo può passare evitando la formazione di muffe. Un’altra soluzione è l’utilizzo di intonaci di fondo altamente traspiranti e idrorepellenti, in grado di prevenire la formazione di muffa.

Qualunque sia la soluzione che sceglierete, l’importante sarà seguire questi piccoli ma fondamentali consigli.