Vantaggi e svantaggi delle pareti mobili

By | July 7, 2022

Le pareti mobili sono uno strumento piuttosto utile e pratico in tema di arredamento. Di cosa si tratta nello specifico? Come suggerito dal nome, si tratta molto semplicemente di pareti che non hanno un fissaggio permanente come quelle in muratura. Per questo motivo presentano varie differenze rispetto alle classiche pareti murate. Innanzitutto cambia molto lo scopo d’essere di queste costruzioni.
 

Le pareti in muratura vengono solitamente decise nel momento iniziale di progettazione della struttura, secondo le preferenze personali del proprietario e la destinazione d’uso prefissata al momento. Molto spesso però edifici e strutture di vario tipo si trovano in utilizzo, se non direttamente in proprietà, di altre persone con differenti obbiettivi ed esigenze. La parete murata è molto complicata da rimuovere ma anche da posare, richiede tempo e un dispendio economico elevato. Senza considerare poi i disagi arrecati alle strutture circostanti a causa dell’invasività dei lavori.
 

Le pareti in muratura quindi sono una soluzione sensata soltanto in fase di costruzione primaria e progettazione, quando c’è ancora modo e tempo di personalizzare senza troppi problemi. Il vantaggio principale è quello di avere una costruzione permanente e resistente ma è comunque preferibile non progettarle in maniera troppo estrosa. Il rischio è quello di non trovare potenziali acquirenti in caso di vendita oppure di avere serie difficoltà a cambiare gli spazi qualora fosse necessario.

I vantaggi delle pareti mobili

Le pareti mobili sono essenzialmente tutto il contrario delle pareti in muratura, pur essendo resistenti e sicure da utilizzare. In primis bisogna considerare le tempistiche per ultimare i lavori, questo è davvero un fattore essenziale soprattutto in contesti professionali nei quali fermare l’attività a causa dei lavori in corso rappresenta un grande disagio. Come anticipato, i lavori di installazione delle pareti mobili non sono invasivi e sono piuttosto veloci.

Il tempo che bisogna attendere per vedere il lavoro ultimato è soltanto quello di realizzazione delle pareti, massimo di un mese circa, nel quale si potrà continuare a utilizzare le aree senza difficoltà. L’installazione poi è davvero veloce, non rischia di compromettere le strutture vicine e non sporca molto. Il secondo aspetto totalmente vantaggioso è la personalizzazione. Scegliere una parete mobile significa avere totale libertà decisionale su tutti i dettagli. Dalla tipologia di parete, al materiale, tutto può essere curato e realizzato su misura con le dimensioni e i colori più adatti.

Questo permette non solo di suddividere gli spazi in maniera intelligente e funzionale ma anche di completare un certo risultato estetico, la praticità infatti va di pari passo con il design in questo caso. Inoltre un ulteriore punto a favore delle pareti mobili è rappresentato dal fatto che non servano particolari permessi per autorizzarne l’installazione. L’iter burocratico per ottenere i permessi di costruzione può essere lungo mentre in questo caso viene del tutto saltato. Per tutti questi motivi la posa delle pareti mobili è la soluzione ideale, essendo veloce e anche più economica.

Tipi di pareti mobili

Di pareti mobili ne esistono veramente di ogni tipo, tutti comunque personalizzabili a seconda delle esigenze personali. Ci sono ad esempio le pareti mobili maneggevoli che possono essere aperte e chiuse con facilità, consentendo il passaggio veloce da un’area all’altra. Poi ci sono le pareti mobili per l’effetto cleanroom che sfruttano le trasparenze per la visibilità più o meno totale delle aree.

Un’altra alternativa sono le pareti mobili attrezzate che permettono di dividere e ottimizzare gli spazi in un’unica soluzione, come armadi e librerie. Per gli uffici, inoltre, sono molto indicate le pareti mobili operative e quelle direzionali, appositamente studiate per dividere le aree di lavoro e ottenere un risultato pratico e piacevole. Una vasta scelta con maggiori dettagli si trova sul sito paretimobililecco.it