Realizzazione gazebo: tutte le info utili

di | Gennaio 8, 2020

Sono molti coloro che sono interessati alla realizzazione gazebo e le ragioni non sono difficili da comprendere. Oltre a abbellire il cortile e in generale gli spazi esterni con la sua eleganza e una presenza che suggerisce immediatamente un’atmosfera rilassante, il gazebo è il luogo perfetto per intrattenere gli amici e le persone care (per la vendita di gazebo a Roma trovi interessanti informazioni qui http://www.iacoangeli.com/prodotti/gazebo-da-giardino).

Cosa sapere sulla realizzazione gazebo

Il gazebo può divenire associato a tutti i più bei momenti di una famiglia, durante i lunghi pomeriggi estivi trascorsi a cercare refrigerio. Alcuni modelli di gazebo, inoltre, si caratterizzano per una bellezza tale che non diventa difficile immaginarsi di celebrarvi tutti i momenti più importanti, persino delle piccole cerimonie, come il ricevimento per una laurea o, perché no, addirittura un matrimonio nel cortile.

Progettare un gazebo comporta il prendere in esame diversi aspetti, alcuni dei quali sembrano facilmente intuitivi, mentre altri riguardano prevalentemente la normativa in materia. Risulta particolarmente importante, infatti, che un gazebo risulti in ogni momento a norma, onde evitare di trasformarsi in quel che potrebbe diventare da un sogno a un incubo molto in fretta.

Dare una forma concreta a un gazebo può lasciare libero spazio alla fantasia, pur ovviamente tenendo conto delle regolamentazioni in materia. Ad esempio, esistono numerose possibilità per quanto concerne la forma, la tipologia e anche l’estetica, fino al minimo dettaglio della singola rifinitura e del piccolo elemento di design.

Ciò potrebbe senza dubbio indurre a credere che si tratti di un compito troppo complesso da portare a termine. Eppure costruire il proprio gazebo è molto più facile di quanto sembri, soprattutto quando si seguono alcuni precisi suggerimenti.

Per fare in modo che ciò accada, si deve considerare che realizzare un gazebo in realtà non comporta nulla di diverso rispetto a una serie di diversi progetti più piccoli, che hanno la particolarità di condividere un obiettivo finale in vista. Ad esempio, se si sceglie di occuparsi interamente degli aspetti decorativi del gazebo, è possibile dedicarvisi come piccolo lavoro della domenica, anche nelle lunghe giornate di pioggia che caratterizzano i mesi più freddi, mentre nel frattempo già si pregusta cosa vorrà dire poter contare su questo spazio durante l’estate.

Inoltre, la realizzazione di un gazebo non deve essere un progetto solitario, al contrario, può divenire un bel momento di aggregazione, soprattutto se si hanno amici con specializzazioni diverse, che possono aiutare con i compiti più complessi.

In alternativa, quando non si può contare su conoscenti esperti, è decisamente consigliabile affidarsi a dei fornitori che possano garantire esperienza e sicurezza. Realizzare un gazebo non è un lavoro improvvisato e non andrebbe mai trattato come tale, in particolar modo per quanto riguarda gli aspetti più tecnici o di progettazione, come la pendenza massima e molti altri.

Le normative che regolano la realizzazione di gabebo

La recente pubblicazione del Glossario unico per le opere di edilizia libera ha svolto un ruolo fondamentale nel fare chiarezza su quali sono le autorizzazioni necessarie per interventi esterni come quelli che interessano i gazebo. Installare, riparare o sostituire un gazebo rientra fra le opere di edilizia libera, che dunque non sono soggette a restrizioni, a patto che siano di dimensioni limitate e non risultino stabilmente infisse al suolo.

Per quel che riguarda gli aspetti paesaggistici, le nuove normative non fanno riferimento esplicito al gazebo, tuttavia indicano che l’installazione di eventuali pergolati o manufatti amovibili come possono essere proprio i gazebo sono costruzioni per le quali non è richiesta alcuna autorizzazione.

Invece, per costruire chioschi da giardino considerati di natura permanente, con una superficie che non supera i 30 metri quadri, è necessario ottenere l’autorizzazione paesaggistica semplificata.