Quali requisiti ci vogliono e come aprire una società a Dubai

di | Marzo 29, 2021

Come aprire una società a Dubai

Come è previsto nel nostro paese, anche per aprire una società a Dubai (qui https://danielepescaraconsultancy.com/aprire-societa-a-dubai/ tutti i dettagli) è necessario seguire un iter burocratico ben preciso in modo tale da non avere brutte sorprese. Da qualche anno Dubai è diventata una meta molto affascinante per tutti coloro che sono alla ricerca di uno stimolo per cambiare vita e lavoro. Chi decide di avviare un business a Dubai prima di tutto dovrà pianificare fiscalmente ogni passaggio, avvalendosi anche dell’aiuto di esperti nel settore. Cerchiamo di capire meglio quali requisiti deve possedere un eventuale investitore per poter aprire una società a Dubai.

Quali requisiti ci vogliono per aprire una società a Dubai?

Il primo requisito fondamentale e vincolante per aprire una società a Dubai è l’ottenimento di una particolare licenza. Vi sono tre tipologie di licenze ottenibili:

  • licenza ad uso commerciale: indispensabile per tutti coloro che intendono avviare un’attività commerciale;
  • licenza ad uso industriale: indispensabile per chi deve avviare un’attività nel campo dell’industria o manifatturiera;
  • licenza ad uso professionale: questa deve essere richiesta da coloro che desiderano avviare un’attività che siamo soliti definire da libero professionista.

Per poter ottenere la licenza è necessario recarsi presso il Dubai Department of Economic Development; chi invece vuole avviare un’attività lavorativa basata sul turismo allora dovrà recarsi presso il Department of Tourism and Commerce Marketing per ottenere la licenza.

In verità, per alcune tipologie di lavoro non basta una semplice licenza ma serve un nullaosta specifico rilasciato da enti autorevoli come ad esempio la Banca Centrale dell’UAE, Ministero dell’Economia e via dicendo. Indipendentemente dal tipo di attività che si intende avviare anche a Dubai è obbligatorio iscriversi presso la Camera di Commercio.

Requisiti societari a Dubai essenziali per poter avviare un’attività

Per ogni società che si intende aprire è necessario seguire la legge federale 13/1988, la quale chiarisce quali sono i tipi di società che si possono aprire. Esse sono:

  • “General Partnership”;
  • “Limited Partnership”;
  • “Joint Participation”;
  • “Public Joint Stock Company”;
  • “Private Joint Stock Company”;
  • “Partnership Limited with Share”;
  • “Limited Liability Company”;

Si tratta di società che sono molto simili a quelle nostrane ed ognuna di esse chiaramente presenta requisiti specifici. Inoltre, ogni ipotetico imprenditore può decidere di aprire una società in diverse zone degli Emirati. Esse sono: il Mainland e la Free Zones; quest’ultima è nata negli ultimi anni proprio per favorire investimenti esteri nel territorio.

Investire nel Mainland o nelle Free Zones di Dubai: cosa conviene?

All’interno dei Mainland vi sono territori dove aprire una società a Dubai offre enormi vantaggi. I territori più gettonati sono in tutto tre:

  • Business Bay: si tratta del cuore pulsante della città, dove sorgono hotel sontuosi e centinaia di grattacieli;
  • Sheikh Zayed Road: qui è dove nasce la finanza a Dubai. Molte società finanziarie hanno la sede dei propri uffici proprio in questi grattacieli;
  • Deira: qui sorge l’area più vecchia di Dubai, ciononostante risulta comunque particolarmente attrativa per una miriade di investimenti.

Per ciò che riguarda le imposte dirette, a Dubai viene applicata l’IVA fissa al 5% ma solo su tutto ciò che viene acquistato all’interno del Mainland.
Aprire una società nel Mainland è possibile solo se essa risulta per il 51% di proprietà di un cittadino residente negli emirati e per il restante 49% di cittadini stranieri. Si tratta di una soluzione particolarmente vantaggiosa perché consente di poter ottenere con più facilità dei visti lavorativi né l’obbligo di depositare un capitale minimo.

Chi, invece, desidera usufruire di una normativa più agevolata ed insediarsi all’interno delle Free Zones potrà scegliere di aprire la propria società in questo modo:

  • nel caso in cui il socio fosse uno, potrà aprire sotto forma di “Free Zone Establishment (FZE)”;
  • se sono più soci invece, allora si può aprire sotto forma di “Free Zone Company”; questa forma è utile anche per chi desidera spostare la propria società da un paese ad un altro.

Alcuni dei vantaggi di cui possono godere coloro che aprono una società nelle Free Zones sono:

  • i redditi da lavoro prodotti e le plusvalenze saranno esenti al 100% da eventuali tassazioni;
  • zero imposte per le imprese e per il personale, il quale deve rientrare in una fascia d’età tra i 15 e 50 anni);
  • facoltà di trasferire il proprio capitale al paese d’origine senza dover pagare tasse;
  • possibilità di movimentare il proprio capitale senza restrizione alcuna.