Consigli utili per posizionamento SEO come un verso esperto

di | Novembre 9, 2020

Il posizionamento SEO è il risultato che si può ottenere dopo un lavoro di ottimizzazione di un sito web per i motori di ricerca eseguito ad hoc da parte di una persona esperta e qualificata nel settore, come appunto un consulente o un esperto SEO. Questo professionista si occupa di ottimizzare i contenuti e le immagini del sito web e/o della pagina, servendosi di sue specifiche competenze accumulate nel tempo grazie allo studio ed all’esperienza.

Come si diventa esperto SEO per un buon posizionamento

Purtroppo il settore della Search Engine Optimization è un settore non propriamente conosciuto ed apprezzato da tutti. Questo fa sì che da un lato sia molto difficile, ancora in molti casi, permettere alle aziende o agli imprenditori di ricavare successo dalle loro attività usufruendo di un servizio che dovrebbe essere indispensabile; dall’altro lato, fa sì che molte persone tendano a pensare che chiunque possa essere un esperto SEO.

Ecco, quindi, che molti imprenditori spesso danno fiducia al primo fantomatico esperto SEO che incontrano, con il rischio di affidare le loro aziende ed attività online a persone non qualificate, ma a finti consulenti SEO che si improvvisano tali solo perché hanno frequentato qualche forum dedicato o letto qualche articolo inerente.

Niente di più sbagliato! Affidarsi a persone non esperte e qualificate è un errore perché allontana le possibilità di successo di un sito web. Ma non solo per questo. Infatti, se un finto professionista si occupa del nostro sito web, è possibile che le sue azioni (spesso fatte senza alcun criterio e senza nessuno studio) possano in qualche modo penalizzare addirittura la nostra attività facendole perdere posizioni nella SERP.

E questo significa che, quando ci affideremo ad una persona davvero esperta e qualificata, dovremo impiegare più tempo e più risorse per recuperare il lavoro fatto male e quindi per recuperare posizioni nella SERP.

Per essere un esperto SEO occorre aver studiato tanto, aver fatto corsi di formazione e di aggiornamento presso consulenti altamente qualificati, e chiaramente occorre anche aver testato quanto appreso in progetti personali, avendo così l’umiltà di testare con propri progetti le strategie apprese e comprendere dai propri errori per evitare di rendere il sito di qualcun altro una propria cavia. Ci sono molti esperti in Italia davvero validi, come Filippo Jatta, e leggendo il suo blog puoi apprendere le basi del lavoro.

Serietà e umiltà sono alla base del lavoro di un buon esperto SEO che, ovviamente, non sarà disposto a svendere il proprio lavoro: ecco perché, quando si opta per un lavoro di ottimizzazione per i motori di ricerca, occorre fare riferimento a persone esperte e qualificate che non presentano dei costi eccessivamente al ribasso. Il costo troppo basso dei servizi dovrebbe essere visto come un campanello d’allarme.

Consigli per fare un buon posizionamento SEO: scegliere la persona giusta

Probabilmente, se abbiamo deciso di promuovere la nostra attività e di far sì che essa venisse conosciuta ed apprezzata in rete, ci serviremo molto della Search Engine Optimization ma dovremo essere disposti a cedere il lavoro di ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca a qualcuno che sia davvero esperto e qualificato nel settore e che sappia davvero quel che fa.

Quindi, un buon posizionamento può essere ottenuto solo scegliendo la persona giusta, ossia un esperto SEO non finto tale, ma realmente qualificato e formato per garantire alla nostra azienda, impresa o attività, la scelta di strategie e di metodi davvero giusti e studiati su misura.

Un esperto SEO che si rispetti sarà infatti in grado di analizzare nel modo corretto il nostro caso e di fornire, attraverso un audit SEO, un preventivo commisurato alle nostre esigenze, anche dopo aver tenuto conto delle necessità del cliente, che devono essere sempre oggetto della sua attenzione.

Inoltre, egli deve essere in grado di seguire la sua strategia attraverso un percorso di ristrutturazione del sito (qualora esso sia esistente) e di rilancio dello stesso, per mezzo dell’uso di contenuti scritti in chiave SEO e quindi ottimizzati e con l’utilizzo di immagini coerenti e rinominate (con l’uso corretto dell’alt tag), oltre che di ristrutturazione della struttura stessa, attraverso l’inserimento di elementi che facilitino la condivisione ed il caricamento veloce. Il sito deve essere reso fruibile per l’utente, anche per colui che utilizza i dispositivi mobili.

Infine, egli deve essere in grado di monitorare i risultati nel tempo e di seguire sempre il cliente con un supporto ad hoc.