Compro oro a Roma: come capire se il compro oro è affidabile

di | Ottobre 27, 2020

Che cos’è un negozio di compro oro? E a cosa serve? Ne vediamo ormai sempre di più, sparsi per le nostre città, come a Roma e chiaramente in tutta Italia: sono i salvagenti di quelle persone che non hanno a propria disposizione del denaro, che hanno magari una spesa improvvisa da affrontare, e che quindi hanno l’esigenza di avere liquidità da spendere per una necessità urgente ed impellente. In questi negozi, puoi entrare e vendere i tuoi gioielli usati, ricavando così del denaro e delle risorse economiche da spendere, in cambio di gioielli che magari non usi più, o che ti sono cari dal punto di vista del ricordo e del valore effettivo ma non dal punto di vista della loro utilità.

Tuttavia, visto che il mondo della compravendita di oro è un mondo in continua espansione, è importante conoscerne le caratteristiche e soprattutto sapere ciò a cui si va incontro, per evitare di essere truffati: uno dei rischi che molti non sanno, infatti, è proprio quello di essere truffati circa il peso o il valore dell’oro, se ci si rivolge a negozi di gente non professionale e non onesta.

Come riconoscere, quindi, un negozio di compravendita di oro davvero sicuro ed affidabile?

Come riconoscere un compro oro affidabile e qualificato

Il compro oro deve essere un negozio a cui è stata rilasciata una licenza dalla Questura; quindi, è un negozio a cui sono stati fatti i dovuti controlli. In genere, il suo obiettivo consiste nell’acquistare oro e gioielli usati di quei clienti che mettono in vendita il loro oro per rispondere a delle specifiche necessità, come quella di avere dei soldi immediati per soddisfare una esigenza improvvisa di denaro da spendere in un progetto o in una situazione di urgenza.

L’oro ed i gioielli che vengono quindi acquistati dal negozio dovrebbero poi essere rivenduti dal Compro Oro in quanto oggetti usati: questo dovrebbe quindi rappresentare un elemento di convenienza anche per i potenziali acquirenti di gioielli e di oro, che quindi andrebbero a pagare un prezzo più basso rispetto a quello pagato per un oggetto o gioiello in oro interamente nuovo.

Come è quindi chiaro e comprensibile, solo i negozi in possesso di regolare licenza rilasciata dalla Questura possono acquistare e rivendere oro, ma questo è un punto sul quale occorre fare una precisazione: è necessario sempre che il cliente possa verificare l’effettiva serietà del negozio, perché la vendita dell’oro deve essere sottoposta a degli standard rigidi. In genere, il cliente deve essere censito in appositi registri e la transazione stessa deve essere trascritta annotando nello specifico i grammi di oro venduto e la descrizione degli oggetti: tutto deve essere scritto correttamente e deve essere controllabile dalle forze dell’ordine in caso di controlli. Insomma, l’operato di un negozio affidabile deve essere fatto con assoluta serietà.

I compro oro qualificati e seri, come il compro oro di roma MVS, poi, devono dare al cliente la possibilità di visionare l’effettiva, esatta ed aggiornata quotazione dell’oro: elemento, questo, da cui poi deriva tutto il processo di compravendita perché il calcolo esatto verrà fatto proprio tenendo in considerazione questo aspetto.

Quanto è importante la quotazione dell’oro per una valutazione precisa

La quotazione dell’oro è molto importante nella valutazione dello stesso per la sua compravendita: è proprio l’elemento da cui parte tutto il processo di compravendita, e se la quotazione non è aggiornata, non è ufficiale e non viene seguita, ovviamente la valutazione non potrà essere considerata veritiera. Quindi, questo significa che è bene conoscere l’esatta quotazione dell’oro per rendere il processo di compravendita sicuro ed efficace.

Ma come si fa a conoscerla? Prima di tutto, facciamo qualche considerazione. Il prezzo dell’oro viene regolamentato dai mercati mondiali, di conseguenza, la quotazione (anche chiamata Fixing) è gestita da quello che in gergo viene chiamato triangolo d’oro, ossia le borse di Zurigo, Londra e New York. La quotazione effettiva deve essere quindi verificata, giorno dopo giorno (quindi in modo attuale) consultando un quotidiano economico o Internet: questo significa che, con un po’ di furbizia, tutti possiamo conoscere il Fixing anche poco prima di recarsi in un negozio di compravendita di oro. Il prezzo della quotazione è in genere stabilito in grammi oppure once, per oro puro 24 carati con indice di purezza pari a 999,9 per mille.

Differenze di carati e valutazione del valore reale dell’oro

In genere, quando sentiamo parlare di carati, il numero che sentiamo più spesso è il 18: infatti, i gioielli che in genere possediamo non sono in 24 carati ma sono in 18 carati/750 millesimi: sarebbe impossibile ottenere un gioiello da un oro puro, ed è quindi necessario che esso venga legato ad altre leghe per ottenere un oro malleabile per la composizione del gioiello. Tra gli altri, vi sono poi le composizioni di 14 carati/585 millesimi; 9 carati/333 millesimi, mentre le monete 22 carati/900 millesimi.

Queste considerazioni ci possono essere utili per capire, per esempio, che per sapere il valore reale dell’oro aggiornato bisognerà fare un calcolo preciso pari a: grammi dell’oro 18 carati x 0,75. Il valore ottenuto viene moltiplicato per la quotazione del momento e questo ci consente di ottenere il valore reale dell’oro aggiornato.