Vittoria in casa della Lucchese (1-2) per le ragazze dell’ACF Arezzo

Lucchese CF: Landi, Nellini, Marchi, Frediani, Lehmann, Cantini (74’
Tognarelli), Pieroni (61’ Biancalana), Masé, Galuzzi, Bengasi, Di Lupo
(69’ Rossi). A disposizione: Torre
Allenatore: De Luca

Acf Arezzo: Antonelli, Arzedi (65’ Carta), Teci, Mencucci, Verdi, Di
Fiore (90’ Zeghini), Aterini, Binazzi, Baracchi, Paganini (88’
Prosperi), Razzolini. A disposizione: Brundo, Tellini, Cona, Pastorelli
Allenatore: Lorenzini

Arbitro: Sig. Flavio Fantozzi (sezione di Civitavecchia)
Assistente 1: Sig. Ilona Chermenkova (sezione di Piombino) – Assistente
2: Sig. Matteo Pacini (sezione di Empoli)

Marcatrici: 30’ Di Fiore (A) – 42’ Di Lupo (L) – 92’ Razzolini (A)
Ammonite: Cantini, Di Lupo, Baracchi

Buona la prima per le amaranto di Marx Lorenzini che inaugurano la stagione in bellezza portando in cascina l’ostico derby contro la Lucchese. Malgrado il forte vento e un campo da gioco in pessime condizioni, la prima squadra amaranto riesce infatti a conquistare la prima vittoria stagionale mostrando, dopo la sfortunata parentesi della Coppa Italia, un’inesauribile tenacia. Forte della rosa quasi al completo il neotecnico amaranto si affida nuovamente al 4-3-3 schierando, fin dal primo minuto, Antonelli tra i pali; Mencucci, Binazzi, Teci e Aterini in difesa; Baracchi, Verdi e Arzedi a centrocampo; e Di Fiore, Razzolini e Paganini a formare il reparto offensivo.

Il match parte subito a ritmi elevati con entrambe le squadre decise a creare occasioni da gol. La prima di marca amaranto arriva al 13’ con Di Fiore che sfrutta un calcio d’angolo battuto da Paganini, ma la sfera vola alta sopra la traversa. Al 18’ è invece Razzolini, avanzando in solitaria, a cercare lo specchio della porta trovando però l’estremo
difensore lucchese pronto a bloccare. Di Fiore ci riprova al 28’ con una bella diagonale, ma un’attenta Landi riesce a deviare in corner. Sulla bandierina si presenta nuovamente Paganini, ma la palla finisce nuovamente tra le mani del portiere locale. Non demordono le amaranto e al 30’segnano la rete del vantaggio con la solita Di Fiore che, servita
da Verdi, trova finalmente l’angolini insaccando con precisione alle spalle di Landi. Dopo una punizione di Paganini, parata a fatica dal portiere lucchese e un tentativo di raddoppio da parte della undici amaranto, al 42’ arriva a tradimento il pareggio delle rossoblu. Sfruttando un errore della retroguardia amaranto, Di Lupo spiazza
Antonelli in contropiede bilanciando il risultato. Nella ripresa, l’Arezzo mostra la propria determinazione fin dai primi minuti. Desiderose di chiudere il primo derby toscano con un successo, Capitan Teci e compagne si fanno autrici di un pressing forsennato chiudendo, a più riprese, le avversarie nella loro metà campo e dominando la gara. Il secondo tempo si apre infatti con una doppia occasione di Razzolini e con un tiro di Paganini che, sempre su assist di Razzolini, viene prontamente bloccato da Landi. Al 4’ anche Aterini prova a centrare l’obiettivo, ma il tiro non trova la conclusione. Rialzano la testa anche le locali che provano con Frediani ad andare in gol senza però impensierire il portiere amaranto che, anche nel primo turno di campionato, prosegue il buon trend inaugurato nelle gare di Coppa. Al 75’ in seguito ad un corner di Paganini, la Lucchese commette fallo di mano in area e l’arbitro assegna un giusto rigore alle amaranto. Sul dischetto si presenta Teci, ma il calcio non va a buon fine con la palla che si alza oltre la traversa. Malgrado l’errore le aretine non si perdono d’animo restando concentrate sull’obiettivo anche nel corso del recupero. Il gol della vittoria arriva infatti al 92’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Mencucci, con un preciso colpo di testa Razzolini trafigge i pali blindando il risultato allo scadere del tempo.

L’Arezzo festeggia dunque la prima vittoria della stagione mettendo in cassaforte tre punti utili in vista dell’impegnativo match casalingo contro l’attrezzata formazione ligure della Lavagnese. “E’ stata una vittoria meritata, ottenuta attraverso una partita di personalità e determinazione- spiega il tecnico Marx Lorenzini.- Nonostante le palle gol non sfruttate e un pizzico di sfortuna, ha prevalso la voglia di vincere e la squadra ci ha creduto fino alla fine ottenendo un buon successo. La prestazione è stata assolutamente convincente: le ragazze hanno mostrato buone trame di gioco e, al di là del risultato, nel secondo tempo ha letteralmente dominato la gara. Ho visto una squadra in crescita sia fisicamente che caratterialmente e ciò mi fa ben sperare: c’è ancora molto da migliorare, ma le giocatrici sono intelligenti e pronte ad applicarsi per mettere in pratica la domenica ciò che gli viene proposto in fase d’allenamento”.

X