Vittoria all’ultimo tuffo per la Berretti sul Ravenna (3-2)

AREZZO
Ubirti, Ruscetta, Bassini, Quero, Salines, Ravanelli, Sussi, Sheshi, Caselli, Crocini, Chioccioli
A disposizione: Jashari, Mucciarelli, Neri, Malaigia, Battista, Ferrante, Peppoloni, Bernardini, Xhoan, Boldrini
Allenatore: sig. Andrea Bernini

RAVENNA
Cavalieri, Baldi, Scatozza, Sartini, Centonze, Billi, Ravaioli, D’Antini, Balaj, Tavolieri, David
A disposizione: Rossi, Rustignoli, Luppi, Guerrini, Acunzo, Gardini, Ndayizeye, Crimi, Bottini
Allenatore: sig. Marcello Ottaviani

Arbitro: sig. Matteo Macchini (Pistoia)
1° assistente: sig. Marco Liberatori (Arezzo)
2° assistente: sig. Federico Palombo (Valdarno)
Recupero: 1′ + 4′
Marcatori: 32° Sussi (A), 53° Chioccioli (A), 60° Tavolieri (R), 80° Tavolieri (R), 84° Quero (A)

Torna a vincere fra le mura amiche la Berretti dell’U.S. Arezzo, che oggi pomeriggio affrontava i pari età del Ravenna sul campo del Centro SPortivo “Arretium” de La Nave di Castiglion Fiorentino. E’ stata una partita a due facce, con gli amaranto che hanno sicuramente meritato la vittoria, arrivata però solo negli ultimi minuti. Nel primo tempo praticamente solo l’Arezzo in campo, con gli ospiti che hanno potuto solo resistere per quanto possibile alle iniziative dei ragazzi di mister Andrea Bernini. Al 9° minuto clamorosa occasione per Caselli, che ha concluso addosso a Cavalieri in uscita disperata raccogliendo un bel lancio in profondità di Sussi. Al 23° l’unica occasione per il Ravenna con David, che ha calciato forte e teso dal limite chiamando Ubirti alla deviazione. Al 32° è arrivato il goal del vantaggio al termine di una spettacolare azione. Caselli ha difeso il pallone al centro dell’area, per poi allargare verso Sheshi che ha servito benissimo Sussi al limite: gran tiro a giro al volo di destro con la palla che ha scavalcato Cavalieri proteso in tuffo e si è insaccata nell’angolo sul secondo palo. Nella ripresa l’Arezzo ha ripreso da dove aveva finito la prima frazione, trovando il raddoppio al 53° con Chioccioli, abile a farsi trovare pronto per ribattere in porta di piatto sulla deviazione di Cavalieri, che aveva salvato un primo tiro di Caselli al termine di una insistita azione personale. Gli ospiti hanno accorciato le distanze al 60° su calcio di rigore con Tavolieri, che dopo una mischia in area si stava allargando sulla destra contrastato da Salines, del quale l’arbitro ha ravvisato un fallo. Lo stesso Tavolieri dal dischetto ha trovato l’angolo alla sinistra di Ubirti,m che aveva intuito ma non ha potuto raggiungere il pallone. Al 72° Ubirti ancora chiamato a deviare una conclusione dal cuore dell’area sempre di David. Poi il pareggio, al minuto 80, quando ancora Tavolieri è andato a calciare una punizione dalla tre quarti spostato sulla sinistra: calcio di destro a rientrare verso la porta, con il pallone che si è insaccato sul secondo palo senza essere toccato da nessuno. L’Arezzo si è a quel punto gettato nuovamente in avanti cercando la rete della vittoria, che è poi arrivata all’84° quando Quero ha girato perfettamente di testa sul secondo palo un corner dalla destra. Se ci fosse stato ancora bisogno dopo quanto visto nella prima ora di gioco, i ragazzi di mister Bernini hanno poi ulteriormente legittimato la vittoria sfiorando in due occasioni il quarto goal.

X