Storia

LA NASCITA
Nasce ufficialmente nel 1923 con il nome di Juventus FBC Arezzo. La prima amichevole fu in trasferta, il 12 Marzo, con coloro che resteranno tra i più acerrimi (sportivamente parlando, ovvio) rivali e cioè il Perugia. La ratifica ufficiale della FIGC avvenne poco più di un mese dopo esattamente il 21/04/1923.

LA STORIA
L’adozione effettivi dei colori amaranto avviene sul finire degli anni trenta, dopo aver adottato il nero-verde ed il giallonero ed il 10 Settembre del 1930 assume la denominazione di Unione Sportiva Arezzo. Da quel momento l’Arezzo inizia a scrivere la sua storia, una storia importante con tanta serie B e serie C e con il rammarico, persistente, di una serie A tanto sognata, a volte sfiorata, ma mai raggiunta. Arezzo ha avuto, come molte Società, i suoi momenti magici e quelli tragici, ne ricordiamo due su tutti: campionato 1965/66 la prima storica promozione in serie B, con una vera e propria invasione di aretini a Carpi (oltre 2.000) nella partita che sancì la vittoria del campionato. Anno 1992 la radiazione con conseguente ripartenza tra i dilettanti.

I PERSONAGGI
Tanti ne sono passati. Arezzo costituisce da sempre una vera isola felice per poi spiccare il volo nella èlite del calcio. Cosmi, Sarri e Antonio Conte per citare 3 nomi illustri tra i tecnici; Floro Flores, Ranocchia e Pasqual tra i calciatori ancora in attività ed in massima serie. Tanti uomini importanti come Presidenti; come non ricordare Simeone Golia il massimo Dirigente della prima promozione in Serie B, Luigi Montaini, Narciso Terziani, Benito Butali, Francesco Graziani (l’uomo che è ripartito dalle ceneri della radiazione) e Piero Mancini; tumultuosi i suoi 10 anni di Presidenza in tutti i sensi, dalla serie A sfiorata per una rete alla radiazione nel 2010. Dopo 4 anni nell’inferno dei dilettanti, torna nel calcio professionistico con il ripescaggio la scorsa stagione con l’attuale presidente Mauro Ferretti ed il vulcanico Tecnico Eziolino Capuano, ormai una istituzione cittadina, che riveste il ruolo di Responsabile di tuta l’area tecnica.

I PROGRAMMI
La definitiva ricostruzione del settore giovanile, che già quest’anno con le tre formazioni Giovanissimi, Allievi e Berretti, sta regalando grandi soddisfazioni, fin dai più piccoli.
La collaborazione fattiva, nel comune interesse, con le società della provincia. L’Arezzo deve tornare ad essere il punto di riferimento e questo è un obbiettivo primario. Tant’è che Staff Tecnico e Scouting sono di ottimo livello e sono “squadre” in continuo sviluppo.
Il rafforzamento sempre maggiore con l’imprenditoria locale che, apprezzando le tante iniziative, si è riavvicinata alla Società e costituisce una determinante partnership sia in termini economici che di vicinanza e con la tifoseria, cuore pulsante e “compagna di viaggio” indispensabile per raggiungere traguardi ambiziosi.

X