Pareggio interno con la Sambenedettese per la Berretti (1-1)

AREZZO
Ubirti, Billi, Ruscetta, Rozzi, Bassini, Ravanelli, Sussi, Sheshi, Caselli, Chioccioli, Metolli
A disposizione: Pugliese, Ferrante, Xhoan, Ferraro, Artini, Malavolta, Nocentini, Leonessi, Ricci, Peppoloni
Allenatore: sig. Andrea Bernini

SAMBENEDETTESE
Raccichini, Manoni, Morganti, Haxhu, D’Intino, Paolucci, Maiga, Zancocchia, Tirabassi, Austoni, Palombizio
A disposizione: Tocchio, Coracini, Rossi L., Rossi S., Polito, Speranza, Gaioni, Alighieri, Filaia, Di Rocco, Comandini, Gennaro
Allenatore: sig. Andrea Rogai

Arbitro: sig. Cosimo Pepi (Prato)
1° assistente: sig. Francesco Donati (Valdarno)
2° assistente: sig. Federico Palombo (Valdarno)
Marcatori: 15° Tirabassi (S), 84° Caselli (A) rig.

I ragazzi della formazione Berretti erano impegnati sabato pomeriggio, fra le mura amiche del Centro Sportivo “Arretium” de La Nave di Castiglion Fiorentino, contro i pari età della Sambenedettese. La squadra di mister Andrea Bernini ha dovuto giocare una gara in salita, visto che gli ospiti hanno trovato la rete del vantaggio al 15° minuto, proprio in una fase di pressione degli amaranto. Tirabassi è andato via in contropiede e si è presentato da solo davanti ad Ubirti, che non ha potuto intercettarne la conclusione sul primo palo. La reazione dell’Arezzo non è mancata, ma la rete del pareggio non è arrivata prima dell’intervallo, nonostante alcune buone occasioni. Su tutte, una clamorosa traversa colpita di testa da Caselli al 44°, su cross dalla destra di Sussi. Nella ripresa i rossoblù hanno tentato di difendere il vantaggio dalle folate offensive dei ragazzi di Bernini, giocando le proprie carte solo in sterili contropiedi che la difesa amaranto ha sempre neutralizzato senza problemi. Il coronamento agli sforzi amaranto è arrivato all’83° minuto, quanddo Ricci ha rubato palla in area ed è stato palesemente atterrato prima di poter calciare. Sul dischetto è andato Caselli, che all’84° ha spiazzato Raccichini, fissando il risultato finale sull’1-1, nonostante l’Arezzo abbia creato anccora un paio di buone occasioni anche nei minuti che mancavano al triplice fischio.

X