Netto 6-0 col Romagnano per l’ACF Arezzo

Acf Arezzo: Antonelli, Teci (71’ Zeghini), Verdi, Di Fiore, Aterini (66’
Arzedi), Binazzi, Baracchi (71’ Pastorelli), Naticchioni (77’ Tellini),
Razzolini, Carta (57’ Casula), Moscia. A disposizione: Paganini.
Allenatore: Marx Lorenzini

Romagnano: Rossi, Ghidetti, Bonissone, Armitano, Pittavino, Licco,
Baghino, Nasso, Bosso, Del Francia, Toomey. A disposizione: Piazzi,
Aloi, Brucci, Mastrangelo.
Allenatore: Mara Morin

Arbitro: Davide Giacometti (sezione di Gubbio)
Assistente 1: Sig. Giacomo Goretti (sezione Valdarno) – Assistente 2:
Sig. Giombattista Giombarresi (sezione di Valdarno)

Marcatrici: 10’ e 35’ Carta, 56’ Razzolini, 59’ Baracchi, 68’ Di Fiore,
76’ Verdi

Si chiude in bellezza il girone di andata dell’Arezzo Calcio Femminile che, nella quindicesima giornata del Campionato nazionale di Serie B, metta a segno una vittoria tennistica contro la formazione ligure dell’Amicizia Lagaccio. Un netto 6-0 conquistato grazie alla brillante prestazione di una squadra che, per tutti i novanta minuti, non ha mai mollato la presa inaugurando il 2018 amaranto con il decimo successo stagionale.

Forte di una rosa che vede i nuovi acquisti diventati ormai parte dell’ingranaggio, il tecnico amaranto Lorenzini propone nuovamente il ben rodato 4-3-3 schierando sul rettangolo verde: Antonelli tra i pali; Binazzi, Teci, Aterini e Naticchioni in difesa; Verdi, Moscia e Baracchi a centrocampo e Di Fiore, Razzolini e Carta in zona offensiva.

Malgrado un terreno di gioco provato dalle piogge delle ultime settimane, le aretine scendono in campo decise a portare in cascina i tre punti e, fin dal primo minuto di gara, salgono in cattedra chiudendo le avversarie nella propria metà campo. La prima occasione di marca amaranto arriva al 7’ con Moscia che, da posizione centrale, cerca lo specchio della porta senza però riuscire a concludere. Non si fa comunque attendere più di tanto il vantaggio delle padrone di casa: su assist di Razzolini, dalla destra della porta Carta va riesce a beffare l’estremo difensore genovese che non può far altro che raccogliere la sfera all’angolino. Salgono dunque in cattedra le amaranto che, imponendo il proprio gioco, concede pochissimo alla squadra ospite impedendole di arrivare nei pressi della porta locale per tutta la durata del primo tempo. Ed è proprio in questa prima fase del match che le aretine mettono in cassaforte il risultato: siglando la sua ottava rete in quattro partite, Carta si fa trovare pronta e, sfruttando un errore di Rossi, firma il raddoppio dell’Arezzo.

Nella ripresa, Capitan Teci e compagne tornano in campo decise a difendere quanto di buono maturato nel corso del primo tempo e, dopo soli dieci minuti, marcano il tris amaranto con una bella rete di Razzolini che non lascia scampo al portiere ospite. Ormai padrone incontrastate del match le ragazze di mister Lorenzini si fanno autrici di un forsennato pressing che caratterizzerà tutto il resto dell’incontro: al 59’ è infatti Baracchi a calare il poker, seguita al 68’ da Di Fiore che, con estrema freddezza, insacca la palla alle spalle di Rossi. Al 76’è la volta di Verdi che, servita da Razzolini, interviene con un bel tiro trafigge i pali della Lagaccio. Sul finale ci prova anche Moscia che, a coronamento di uno splendido esordio da titolare, butta la palla in rete per la settima volta segnando un gol che viene tuttavia annullato dal direttore di gara per sospetto fuorigioco.

Al triplice fischio finale l’Arezzo porta dunque in cascina gli ultimi tre punti del girone d’andata confermandosi vicecapolista in solitaria con un bottino di 33 lunghezze. Una posizione di tutto rispetto, (a quota meno tre dalla regina Florentia) che dovrà difendere con le unghie e con i denti nel prossimo match casalingo contro la Lucchese bissando il risultato positivo ottenuto a settembre sul campo di Porcari.

“Sono orgoglioso di quanto la squadra è riuscita ad esprimere anche questa domenica- commenta il tecnico Marx Lorenzini.- A livello societario, venivamo da giorni di grande entusiasmo e le ragazze hanno saputo restare concentrate dando continuità alle belle prestazioni del 2017. Sono scese in campo con umiltà e determinazione proprio come avevo chiesto loro di fare imponendo il loro gioco e portando in cascina una vittoria davvero brillante. Adesso non dobbiamo però adagiarci sugli allori perché abbiamo ancora tanto da fare e manca ancora tutto il girone di ritorno. Ci rimetteremo subito al lavoro per preparare la partita di domenica prossima contro la Lucchese e per regalare ai tifosi  di Arezzo un altro match degno dei colori che indossiamo.”

X