conferenza

Mister Pavanel in conferenza stampa: “Lucchese partita difficile. Dobbiamo buttare il cuore oltre l’ostacolo”

Ha parlato mister Massimo Pavanel alla vigilia di Arezzo-Lucchese, posticipo della quinta giornata di Serie C in programma lunedì 25 settembre dalle ore 20:45. Queste le sue parole:

La prima settimana di lavoro: “I ragazzi voglio venir fuori da questa situazione e dimostrare quello che valgono. C’è voglia di riscatto, mi auguro che domani riescano ad esprimere tutto il loro potenziale

La condizione fisica della squadra: “Bisogna vedere anche come si corre, non quanto. Sulla condizione fisica vedrò da questo momento in poi, e da lì in poi cercherò di intervenire. Ho visto le partite precedenti: ci sono state delle difficoltà, ma poi le situazioni si sono messe in una determinata maniera e questo ha fatto sì che tutto apparisse più pesante. Bisogna avere equilibrio: da domani sera vedremo su cosa intervenire nella maniera più decisa

Modifiche negli allenamenti: Nel mio modo di lavorare ci sono tanti concetti da far passare. Ci vuole del tempo per far assimilare questi concetti, e quindi ho cercato di organizzare delle sedute di un’ora e tre quarti, che per me rimane comunque il minimo. Se giochi un’ora e mezza, in teoria dovresti allenarti più di un’ora e mezza per poter giocare poi la partita al meglio. Nei miei allenamenti cerco sempre di avere dei momenti ad alta intensità

Capitolo indisponibili: “Abbiamo recuperato praticamente tutti. D’ursi è migliorato, aspetto degli aggiornamenti su Cellini: per noi è molto importante, sta combattendo molto. Mi piacerebbe averlo con noi per coinvolgerlo. L’unico indisponibile è Disanto

La Lucchese: “Per me è una buonissima squadra. Non dobbiamo farci ingannare dal risultato ottenuto contro il Livorno, che è una corazzata. La Lucchese ha una fisionomia ben delineata: ha dei giocatori di qualità, specialmente a centrocampo, e calcia molto bene i calci piazzati. Una bella gatta da pelare, una partita difficilissima. In un campionato come questo devi essere sempre al massimo per giocartela. Noi dobbiamo sempre avere bene in mente cosa fare, a prescindere dall’avversario: ecco perché è importante avere dei principi di gioco

La posizione in classifica: “Noi non dobbiamo guardare indietro ma avanti. Come ho detto al momento della mia presentazione siamo focalizzati sulla partita di domani. Sappiamo che ci saranno dei momenti di difficoltà, ma ora l’importante è buttare il cuore oltre l’ostacolo

Le sue sensazioni: “Io non sono mai stato così felice. Teso, curioso, ma consapevole dove sono e di dover dare il massimo

Il morale della squadra: “Io li ho visti concentrati. Sono i primi a volerne venire fuori. Se pensi all’episodio, al momenti, ai precedenti puoi crearti un alibi. E gli alibi non servono: il gioco deve essere il nostro leader

La formazione di domani: “Ho un solo dubbio, una variante che abbiamo provato anche ieri. Il resto è deciso

X