Piacenza

Mister Pavanel in conferenza: “Obiettivo: dare il massimo per l’Arezzo”

Ha parlato mister Massimo Pavanel alla vigilia della sfida di campionato contro il Pro Piacenza. Queste le sue dichiarazioni:

Le prime parole: “Rispetto a Gavorrano cercheremo di cambiare il meno possibile, per non snaturare le certezze di gioco che in questo momento la squadra ha. Abbiamo comunque provato qualcosa di diverso. Ferrario sta meglio, una mano ce la darà ma sicuramente non ha i novanta minuti nelle gambe. È una opzione, contro gli attaccanti del Pro i suoi centimetri potranno esserci utili a partita in corso”

Su Cutolo “Quando un giocatore è importante vorresti che fosse sempre determinante. Ma lui contro il Gavorrano ha fatto un lavoro importante, coi tempi giusti, in linea con le indicazioni tattiche che avevamo preparato alla vigilia del match. Dobbiamo cercare di verticalizzare di più per trovare i nostri attaccanti. Ma dal punto di vista dell’impegno entrambi i nostri attaccanti sono stati importanti. Non dimentichiamo che Nello è stato fermo un mese, ha bisogno di non perdere mai fiducia -perché la palla buona può sempre arrivare- e ritrovare la migliore condizione.

Sugli attaccanti: “Disanto e Di Nardo sono entrati bene, Cellini migliora di giorno in giorno: speriamo di averlo presto. Tutti sono importanti, nessuno fondamentale: l’importante è dare il massimo per l’Arezzo”

Sugli scontri diretti: “Vogliamo vincere con tutte le nostre forze, anche se non faccio proclami per non alzare la tensione. Abbiamo le armi per provare a battere Piacenza e Cuneo, ma dobbiamo essere tranquilli. Determinati, ma tranquilli. Dobbiamo dare di più, io per primo”

Sulla formazione di domani: “Ho un’idea su chi mettere in difesa. Vediamo, credo che ci sia la determinazione giusta nei ragazzi che stanno per giocare. Nove undicesimi della formazione sono stati scelti. Ci saranno momenti difficili, i nostri avversari hanno giocatori fortissimi, un mix di giovani e giocatori di grande personalità. Ma se siamo al 100% possiamo battere tutti: abbiamo fatte molte partite toste. Domani e con il Cuneo i ragazzi che giocheranno avranno la possibilità di dimostrare il loro valore”

X