Mister Pavanel in conferenza: “Domani possibilità per chi ha avuto meno spazio. Vogliamo rendere speciale questa annata”

La vigilia della partita di Coppa Italia di Serie C con il Livorno fuori casa permetterà all’allenatore amaranto Massimo Pavanel di dare spazio anche a chi, fino a questo momento, ha giocato meno. Senza però dimenticare mai che solo tramite il lavoro e la concentrazione si ottengono i risultati.

Inevitabile parlare della gara persa con il Siena: “Ormai è andata. Siamo usciti dal campo con i complimenti degli avversari e questo fa inevitabilmente piacere, ma dobbiamo sapere di aver sbagliato qualcosa comunque. Credo fortemente che solo tramite il gioco si ottengano i risultati a lungo termine e non speculando sull’avversario. E’ ciò che continueremo a fare”.

Ma la partita più importante è sempre la prossima, come insegna Pavanel: “Spero di vedere i ragazzi che fino ad oggi hanno avuto meno spazio, farsi trovare pronti. Nella possibilità devi farti trovare sul pezzo, insieme ad un pizzico di follia. Faremo un turn over ragionato. Voglio una squadra lucida e propositiva, come sempre. E’ ciò che chiedo costantemente ai miei ragazzi”.

La svolta societaria: “L’impatto con Zavaglia è stato buono. Si vede che ha tanta voglia di fare, ma per i giudizi c’è tempo. Da parte loro nei miei confronti e viceversa. Gemmi? Roberto è un amico, ma sappiamo bene tutti che nel calcio queste cose possono succedere e la nostra amicizia rimarrà a prescindere da questo. La squadra, come sempre, avrà testa e cuore solo al campo”.

C’è ancora da lavorare per raggiungere gli obiettivi prefissati dal mister: “Stiamo lavorando duro con i ragazzi per cercare di dare maggior velocità alla manovra perché verticalizzando si mettono in difficoltà gli avversari, ma ancora lo facciamo solo a strappi. Sappiamo di dover rendere speciale questa annata e per fare questo servirà tanto lavoro. Mi piacerebbe essere un allenatore ricordato per qualcosa di eccezionale e così anche i miei ragazzi”.  

X