Inaugurato stamani il centro sportivo amaranto de “Le Caselle”. Una data storica per la Società e per tutta la città di Arezzo

Un campo da calcetto, uno da calciotto, uno in sintetico e il manto erboso principale di tutta la struttura.

Si apre un nuovo capitolo per l’Unione Sportiva Arezzo che per la prima volta dal 1923 ad oggi avrà un vero e proprio centro sportivo a disposizione delle giovanili e della prima squadra.

Dopo un girovagare diventato nel corso degli anni una vera e propria corsa a tappe, sarà possibile avere un vero e proprio punto di riferimento, una casa dove andare quando la voglia di amaranto prenderà il sopravvento.

Grande soddisfazione per il Direttore Generale Franco Zavaglia: “Questo è assolutamente un ottimo punto di partenza. Abbiamo subito operato per sbloccare la situazione e rendere la struttura de “Le Caselle” fruibile da tutte le nostre formazioni. A partire dalla settimana prossima i giocatori e lo staff della prima squadra si alleneranno qui e per tutti noi inizierà un nuovo ciclo”.

Il percorso che ha portato il centro “Le Caselle” ad essere affidato all’U.S.Arezzo ha visto come componente fondamentale l’apporto del Comune: “Siamo molto felici – esordisce Paolo Bertini in rappresentanza dell’amministrazione comunale – e soddisfatti di aver potuto aiutare la principale squadra della nostra città nel raggiungimento di un obiettivo storico come questo. Dal 1923 ad oggi, anche se sembra incredibile, l’Arezzo non aveva mai avuto un centro sportivo vero e proprio sotto la propria gestione. Questo traguardo non può che rendere la nostra città più ricca, consapevoli che questo sarà solo il primo passo nella gestione di un settore giovanile futuro di grandi prospettive”.

Anche Green Grass ha avuto un ruolo fondamentale nel perfezionamento dell’operazione: “Abbiamo lavorato molto in questi mesi – spiega Maurizio Serboli – per rendere questo campo all’avanguardia. Ma il nostro lavoro non è finito qui e nei prossimi mesi daremo soluzione di continuità alla cura del manto erboso. Siamo molto contenti e soddisfatti di aver potuto contribuire a questo momento storico per tutta la città di Arezzo”.

Si ringraziano per il lavoro svolto i tifosi, il Comitato Orgoglio Amaranto, Fabio Caoci, Simone Plumi, Simone Marchi, Pier Giorgio Sestini, Daniele Turchini, Roberto Felici, Mirko Doro e Giordano Zei.

Non resta che iniziare a vivere il nostro centro sportivo tra allenamenti e partitelle, sempre e solo a tinte amaranto.

X