Giovanissimi A Nazionali sconfitti in casa dalla Casertana (2-4)

AREZZO
Sacchetti, Bartoli, De Pellegrin, Menci, Magi, Veltroni, Kapplanay, Canapini, Berneschi, Sinani, Occhiolini
A disposizione: Tiezzi, Prosperi, Veliu, Nirta, Kola, Socea, Nannini, Fabianelli
Allenatore: sig. Dante Gioacchini

CASERTANA
Schiavone, Cimminiello, Nappi, Cirillo, Andreassi, Ambrosini, Di Riso, De Iorio, Di Martino, De Rosa, Aversa
A disposizione: Cappoccio, Petagna, Mugione, Landi, Elveti, Iannotta, Candela

Arbitro: sig. Federico Pianigiani (Siena)
Marcatori: 1° De Iorio (C), 8° Di martino (C), 27° Aversa (C), 29° Di Riso (C) 34° Sinani (A),

I ragazzi della formazione Giovanissimi A Nazionali hanno affrontato domenica i pari età della Casertana sul campo sintetico del Centro Sportivo “U.S. Arezzo” a Le Caselle. La squadra di mister Dante Gioacchini è uscita sconfitta dalla partita, nonostante una buona prestazione, vanificata soprattutto dagli episodi. Gli ospiti sono passati infatti in vantaggio già al 1° minuto con De Iorio, che ha calciato alla perfezione una punizione dai 30 metri, la cui traiettoria imparabile non ha lasciato scampo a Sacchetti. All’8° minuto il raddoppio, con gli amaranto che hanno colpito un clamoroso palo con Occhiolini e sulla ripartenza ospite Bartoli è arrivato in ritardo intervenendo sull’avversario in area: calcio di rigore trasformato da Di Martino e 0-2. Al 14° di nuovo palo per l’Arezzo, ancora con Occhiolini. Al 27° il terzo goal ospite, con Aversa, che ha insaccato la respinta di Sacchetti che si era opposto alla conclusione ravvicinata di Di Martino, sugli sviluppi di una punizione dal limite. Due minuti dopo la quarta rete ospite, quando Di Riso si è trovato il più facile dei palloni da spingere in porta grazie ad un fortunoso rimpallo in area amaranto. La gran mole di gioco prodotta dall’Arezzo ha trovato frutto solo al 34° minuto, quando a conclusione di una perfetta azione orchestrata da Bartoli, Veltroni e Canapini, Sinani ha scavalcato Schiavone con un perfetto pallonetto, segnando il goal dell’1-4. Al riposo le squadre vanno dopo che all’Arezzo era stato anche negato un calcio di rigore. Penalty che è arrivato al 61° minuto, trasformato da De Pellegrin per il 2-4 finale, che ha permesso agli ospiti di strappare i tre punti.

X