Comunicato della Società

L’U.S.Arezzo ringrazia della partecipazione e del clima di dibattito sereno tra la dirigenza dell’U.S.Arezzo, la Stampa e i rappresentati del Web intervenuti con domande chiare e intelligenti, alle quali ci auguriamo di aver risposto in modo esaustivo, pur rimanendo a disposizione per quanto altro non è stato possibile ieri per i tempi oltre quelli prefissati.

Riguardo il tempestivo comunicato delle ore 16:00 dello stesso giorno fatto dall’Assessore allo Sport Dott.Francesco Romizi, questa società nulla ha più da dire o da aggiungere e si riserva di parlare esclusivamente con i nuovi rappresentanti della nuova giunta ad elezioni avvenute.

Per  onore della verità l’U.S.Arezzo le cifre lette nel comunicato del Sig.Assessore non le ha mai viste, almeno sotto la gestione del Presidente Ferretti, forse si riferiscono a costi sostenuti per i vari adeguamenti dello Stadio Comunale resi obbligatori dalla normativa per accedere in Lega Pro.

Con l’occasione a tutt’oggi l’U.S.Arezzo non ha ancora ricevuto come da convenzione, oltre ad essere stata posta ai vari tagli e addebiti dall’attuale amministrazione Comunale, quanto pattuito per lo scorso anno calcistico 2013/2014,

L’U.S.Arezzo si rende disponibile a mostrare sia i conti correnti, dove si evince tutto ciò che entra o che esce, ricordando che la contabilità viene visitata in loco ogni due mesi dall’organo di controllo “Covisoc”

Altresì si rende disponibile anche ad un confronto televisivo con i nuovi rappresentanti che verranno con tutta la documentazione a riprova delle spese che si sono sostenute sia per il rifacimento del campo, che dei lavori inizialmente fatti con proprie risorse per migliaia di Euro.

Ricordando a tutti che in Italia ancora esiste la libera iniziativa, e cioè che ogni imprenditore che ne ha voglia e disponibilità è libero di investire dove e come vuole.

Le priorità dell’U.S.Arezzo sono esclusivamente:

  • L’affiliazione dei tifosi “VERI”
  • La squadra
  • Il raggiungimento della serie “B”.

Queste menzionate sono le nostre prospettive, altre argomentazioni non ci devono e possono riguardare, noi vogliamo parlare di calcio !

Il Presidente Mauro Ferretti

X