Bene gli amaranto nell’amichevole col Chimera (12-0)

Buon test ieri pomeriggio per gli amaranto, in preparazione della prossima partita di campionato, che vedrà la Lupa Roma ospite al “Città di Arezzo” sabato sera alle 20:30. L’Arezzo ha afffrontato ieri, nella classica partitella infrasettimanale, l’Union Team Chimera, sul campo dietro il palasport Le Caselle. Nel primo tempo, Arezzo in campo con Baiocco, Madrigali, Panariello, Monaco, Brumat, Feola, Capece, Masciangelo, Tremolada, Cori e Bentancourt.

Otto le reti del primo tempo:
1′ minuto: goal di Cori, lanciato in profondità da Capece, che batte il portiere in diagonale;
7′ minuto: a segno Panariello di testa, che trasforma un cross morbido di Brumat dalla destra;
13′ minuto: ancora in goal Panariello, sempre di testa su angolo di Capece;
19′ minuto: in rete Bentancourt, che controlla bene un lancio in profondità e scavalca il portiere con un pallonetto;
27′ minuto: a segno anche Madrigali, che raccoglie di testa un cross di Capece dalla sinistra sugli sviluppi di un angolo;
33′ minuto: a segno ancora Cori, su calcio di rigore concesso per atterramento di Bentancourt a pochi passa dalla porta;
38′ minuto: è il turno di Tremolada, che viene servito al limite da Capece direttamente da una punizione dalla bandierina sulla sinistra, e colpisce la parte bassa della traversa con la palla che finisce in fondo alla porta;
44′ minuto: va in rete anche Feola, che raccoglie una corta respinta della difesa su  angolo, e dai 20 metri batte il portiere;

Dopo la solita girandola di cambi, nella ripresa l’Arezzo si è schierato con Rosti, De Martino, Madrigali, Milesi, Ceria, Pugliese, Gambadori, Carlini, Vinci, Calabrese e Mariani. Gli amaranto sono andati a segno altre quattro volte:

50′ minuto: in goal Calabrese, che riceve palla da Pugliese sulla trequarti, salta un difensore e batte il portiere in diagonale;
64′ minuto: segna Ceria, che infila sul primo palo con un perfetto diagonale basso dall’angolo sinistro delll’area di rigore;
85′ minuto: ancora Calabrese che trasforma un cross basso da corta distanza di Vinci dalla destra;
86′ minuto: ultima rete della gara di Mariani, che insacca in tuffo di testa un cross teso di Carlini dalla sinistra.

 

X