Alessandria: “Abbiamo portato in alto il nome dell’Arezzo, vogliamo fare l’ultimo passo”

E’ carico mister Alessandria, dopo la vittoria di ieri contro il Catania e alla vigilia dell’ultima gara della stagione. Domani alle 16:00, sul campo sintetico del Salaria Sport Village di Roma, la Berretti dell’U.S. Arezzo si giocherà il titolo di Campione d’Italia contro i pari età del Cittadella, che hanno sconfitto ieri la Cremonese nell’altra semifinale.

“Andiamo ad affrontare una squadra forte e motivata, arrivata non per caso alla Final Four, che ha sconfitto ieri la Cremonese in una gara tirata e difficile” – sono le parole di mister Alessandria – “Abbiamo studiato il Cittadella dai video come avevamo studiato il Catania e la Cremonese, e abbiamo avuto la possibilità di vederli all’opera ieri prima di scendere in campo contro il Catania. Adesso ci aspetta la finale di domani. Partite come questa si giocano raramente in una carriera, e tutti dobbiamo essere concentrati per centrare il risultato. E’ una finale, non è più il momento delle parole, ma solo quello di scendere in campo e far vedere il proprio valore”.

“Siamo ad un passo dal cielo, al termine di una stagione che abbiamo iniziato con l’obiettivo di fare meglio possibile sul campo, per portare il nome di Arezzo in alto” – ha proseguito l’allenatore amaranto – “Onestamente era difficile pronosticare un risultato del genere, ma fino dall’inizio ho sempre ripetuto che saremmo scesi in campo per andare a giocarcela, e cercare la vittoria, contro chiunque. La squadra è serena e carica, abbiamo il risultato più importante a portata di mano e non vogliamo farcelo sfuggire. Giocheremo a viso aperto e faremo di tutto per dare questa gioia alla società e a tutti i tifosi dell’Arezzo”.

“E’ anche il momento di ringraziare chi ci ha permesso di essere qui oggi, una società che non ci ha mai fatto mancare niente e che ci ha sempre messo nella migliore condizione per poterci esprimere. E voglio ringraziare anche i miei ragazzi, che ci hanno regalato una stagione meravigliosa e piena di soddisfazioni, riuscendo a portare a nostro favore anche i momenti di difficoltà”.

X