10 reti e una traversa con la Randagia. L’Arezzo scalda il motore per Pontedera

L’Arezzo ha scaldato il motore per la prossima partita di Pontedera, sul campo sintetico di Montefeltro, dove ha affrontato ieri sera l’F.C. Randagia, formazione che milita nel campionato UISP. Campo molto più piccolo del normale (almeno 10 metri in larghezza), e male illuminato,  rispetto agli standard cui sono abituati gli amaranto, ma dove  gli amaranto sono comunque riusciti a costruire buone trame e creare tante occasioni. 10 le reti messe a segno, più un immancabile legno colpito da Bentancourt.

La cronaca della partita:
Formazione primo tempo: Rosti, Vinci, Milesi, Madrigali, Masciangeo, Capece, Pugliese, Feola, Tremolad, Cori, Bentancourt.

13′ minuto: goal di Cori su lancio filtrante dalle retrovie di Capece;
14′ minuto: goal di Feola con un gran tiro al volo su assist filtrante dalla destra di Tremolada;
16′ minuto: goal di Bentancourt che risolve una mischia in area di rigore;
28′ minuto: goal di Tremolada che piazza nell’angolo dal limite;
33′ minuto: goal di Cori che stoppa una palla sopra la linea di Tremolada, dribbla il difensore e segna;
34′ minuto: traversa di Bentancourt che scavalca il portiere con un morbido lob;
35′ minuto: autogoal in mischia su cross basso di Capece dalla sinistra;

Formazione secondo tempo: Baiocco, Brumat, Panariello, Monaco, De Martino, Gambadori, Feola, Pugliese, Calabrese, Bentancourt, Mariani.

5′ minuto: goal di Mariani su assist di Bentancourt;
12′ minuto: goal di Bentancourt che salta il portiere in uscita;
19′ minuto: goal di Calabrese su assist dalla destra di Brumat che taglia tutta la difesa;
21′ minuto: goal di Bentancourt servito in profondità da Gambadori.

 

X