ACF Arezzo: prima vittoria in campionato sul campo del Pescara

LA SAPONERIA PESCARA
Zullo, Confessore, Amicucci, Longo, Vizzarri, Fiorenza, Colantonio, Di Battista, Lazzari (77’ Primi), Cialfi (56’ Eugeni), Santirocco (46’ Fusco)
A disposizione: Di Febo, Evangelista, Giuliani, Cicala
Allenatore: sig. Roberto Di Persio.

ACF AREZZO
Antonelli, Aterini, Baracchi (83’ Tellini), Teci, Mencucci, Casula, Verdi, Paganini, Mattiacci (69’ Torrioli), Nocchi (79’ Frosecchi), Di Fiore
A disposizione: Cherici, Zeghini, Arzedi, Mazzini
Allenatore: sig.ra Manuela Tesse.

Arbitro: sig. Augusto Quattrociocchi (Latina)
1° Assistente: sig. Marco Coscia (Lanciano)
2° Assistente: sig. Alberto Antenucci (Vasto)
Marcatrici: 27’ Di Fiore, 35’-55’ Nocchi
Ammonite: Mencucci (A)

Si festeggia in casa amaranto! La prima squadra dell’Arezzo Calcio Femminile porta in cascina la prima vittoria stagionale sul campo del fanalino di coda Pescara. Un successo fondamentale ai fini della classifica che rilancia le aretine proiettandole in decima posizione (a 5 punti) e permettendo loro di scavalcare le dirette avversarie del Gordige e del San Marino.

In segno di solidarietà verso le donne vittime di violenza, entrambe le squadre scendono in campo indossando una maglia bianca recante la scritta “Respect”. Forte dell’intera rosa al completo, mister Tesse ripropone lo schema 4-4-2 schierando Antonelli tra i pali; Aterini, Teci, Mencucci e Casula in retroguardia; Baracchi, Verdi, Paganini e Mattiacci a centrocampo; ed infine Nocchi e Di Fiore in attacco.
Fin dai primi minuti l’Arezzo si mostra determinata a dominare, spingendosi in avanti e costringendo le abruzzesi nella propria metà campo. Le occasioni di marca amaranto non si fanno certo attendere: già al 3’ Nocchi prova il tiro al limite dell’area piccola, ma la palla vola alta sopra la traversa. A più riprese anche Casula e Di Fiore si rendono pericolose, ma senza riuscire a finalizzare. Al 12’ Paganini viene atterrata nei pressi dell’area di rigore: della punizione s’incarica Nocchi, ma la palla, troppo potente, disegna una parabola scavalcando la porta. Il Pescara risponde blandamente, prima con Lazzari che si procura una punizione agilmente parata da Antonelli, e poi con Santirocco a cui il palo nega la gioia del gol. Il vantaggio amaranto giunge soltanto al 27’ con Di Fiore che, dalla sinistra della porta, traccia una bella diagonale insaccando la palla all’incrocio dei pali. Il Pescara non trova la forza di reagire e le aretine ne approfittano al 35’, raddoppiando il risultato: sulla respinta del portiere locale, Di Fiore tenta il tap-in; la difesa abruzzese intercetta il tiro su cui interviene Paganini; stavolta Zullo non trattiene e Nocchi sigla prontamente il 2-0 dell’Arezzo. Sul finire del primo tempo Santirocco prova a recuperare terreno, ma la palla, deviata da Baracchi, finisce tra le mani di Antonelli.

Nella ripresa Capitan Teci e compagne si mostrano decise a non abbassare la guardia salendo definitivamente in cattedra. Dopo soli dieci minuti dal rientro in campo arriva infatti il tris dell’Arezzo che porta nuovamente la firma di Nocchi. L’attaccante amaranto si libera delle avversarie, sfonda centralmente e, trovandosi a tu per tu con Zullo, mette a segno il 3-0 e la propria doppietta personale. Al 65’ Nocchi tenta di allungare ulteriormente le distanze crossando per Mattiacci, ma l’estremo difensore abruzzese sventa la minaccia della quarta rete. Continuano a susseguirsi le occasioni per aretine con Verdi e Di Fiore che, dopo aver sfiorato il palo con un tiro a girare, al 40’ cerca invano la rete servita dalla neoentrata Torrioli. Sfortunate anche le conclusioni di Casula che, allo scadere del secondo tempo, si trova a calciare una punizione ed un corner. Al triplice fischio del direttore di gara la prima squadra amaranto esulta sotto la tribuna del Campo “San Marco” di Pescara, aggiungendo finalmente i tre punti al proprio bottino e regalando all’Arezzo il primo triplete stagionale. In seguito alla vittoria casalinga della Primavera contro il Rignano e a quella delle Giovanissime a Pontedera, il successo delle aretine a Pescara chiude infatti in bellezza il sesto weekend di campionati.

X